Promemoria per cittadini stranieri che vanno in Russia

Visto per la Russia

I cittadini dell’Unione Europea prima di partire in Russia devono ottenere il visto d’ingresso sul territorio della Federazione Russa.

Per ottenere il visto turistico russo è necessario presentare i seguenti documenti:

  1. La conferma di accoglienza del turista (invito), rilasciata dal vostro tour operator, hotel o un cittadino che vi ospita;
  2. Il passaporto valido almeno 6 mesi a decorrere dalla data di scadenza del visto richiesto, con almeno 2 pagine libere per il visto;
  3. Il modulo di richiesta del visto, compilato sul sito visa.kdmid.ru (in italiano), stampato e firmato personalmente (sul modulo è necessario specificare il centro di richiesta visti in cui si intendete presentare i documenti).
  4. Foto a colori, 3,5X4,5 см. su sfondo chiaro, con l’immagine del volto frontale e ben distinguibile.
  5. La POLIZZA di ASSICURAZIONE sanitaria, valida sul territorio della Federazione Russa e che copre il periodo della validità del visto. Questa è una delle cosa principali per la vostra sicurezza.
  6. Delega (in caso di presentazione di documenti / ottenere un passaporto con un visto di terze persone)

IMPORTANTE! L’Ufficio Consolare ha il diritto di richiedere ulteriore documentazione per il visto, prolungarne i tempi di rilascio o di convocare il richiedente per un colloquio.

Il pagamento dei diritti consolari e del costo del servizio può essere effettuato direttamente presso il centro visti.

Il tempo necessario per l’apertura del visto turistico russo: 7-10 giorni lavorativi.

!!! Passaporto non deve essere rovinato.


Descrizione completa della procedura di rilascio del visto per la Russia

san pietroburgo consigli viaggio

Ingresso sul territorio della Federazione Russa

I cittadini italiani che vanno in Russia devono portare con sé il passaporto valido almeno 6 mesi a decorrere dalla data di scadenza del visto.

Se uno straniero non è partito dalla Russia prima della scadenza del suo visto è perseguibile per legge. Nel caso del visto turistico è necessario avere anche una polizza di assicurazione per tutto il periodo del loro soggiorno in Russia.

I cittadini italiani sono tenuti a compilare la carta di immigrazione all’arrivo nella Federazione Russa in lingua russo o in inglese e presentare ai posti di controllo dei passaporti per ottenere il timbro doganale. Le carte vengono distribuite ai posti di controllo dei passaporti.

La carta deve essere salvaguardata per tutto il periodo di permanenza in Russia per essere poi consegnata definitivamente al ritorno in dogana russa!

Nel caso dello smarrimento del passaporto un cittadino italiano deve informarne la rappresentanza diplomatica o consolare italiana sul territorio russo, nonché gli uffici del Servizio Federale di Migrazione della Federazione Russa locale.

Quando è necessaria la dichiarazione doganale

  • Sul territorio russo sarà possibile portare senza dichiarazione doganale una somma massimale pari a 6.000 Euro
    in contanti (equipollente a $10.000 US), incluso titoli e traveler’s cheque, metalli e pietre preziose, valori culturali, armi e merci destinate all’attività commerciale. Cercate di non superare questo limite altrimenti bisogna fare una dichiarare per tutta la somma e presentare un documento dalla banca italiana che certifica la provenienza e proprietà del denaro.
  • Invece, dalla Russia la somma massimale che potete portare via è pari a 3.500 Euro. Tutto il resto deve essere regolarmente dichiarato.
  • Nel caso in cui la somma in valuta straniera, rubli russi, traveler’s cheque e titoli superano i limiti stabiliti dalla legge russa i viaggiatori possono consegnare questi valori in eccesso alla dogana russa e ritirarli entro due mesi. Questo periodo può essere prorogato per altri due mesi. Si può anche delegare a una altra persona il ritiro dei valori consegnati in dogana.
  • Modulo della Dichiarazione doganale.

IMPORTANTE! Tali regole non riguardano le carte di credito.

Esportazione dalla Federazione Russa di valori culturali

Nel caso di esportazione dei valori culturali occorre anche presentare un certificato rilasciato dal negozio (ad esempio, di antiquariato) dove questi ultimi vennero acquistati. Secondo la legge russa alcuni valori culturali sono considerati patrimonio nazionale e possono essere portati via dalla Russia solo su autorizzazione del Ministero della Cultura. Quindi è consigliato d’informarsi all’acquisto degli oggetti artistici (opere d’arte, libri, documenti etc.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

MENU